Varie-02Le attività commerciali svolte durante le soste al Largario dei transumanti, si intensificavano nella fiera annuale che si celebrava a Casalbore il 16 agosto. Un momento utile a rendicontare il ciclo di transumanza e per accertare i profitti annuali derivanti dalla vendita dei prodotti ma anche occasione per fondere costumi e culture diverse. Nei giorni dedicati alla fiera, detta di San Rocco, i cittadini di Casalbore sistemavano nel Largario delle baracche di legno o capanne di frasche per vendere beni di ogni genere.

Anche i pastori irpini potevano, rientrati dal Tavoliere, vendere animali e i formaggi. Un'usanza che in seguito si trasformò nell'attuale mercato settimanale della domenica e nella fiera animale al largario del borgo nei giorni 4,5 e 6 agosto, in occasione della festività di Santa Maria della Neve.

Tradizionalmente, nei giorni della fiera, i pastori chiedevano alla Madonna la protezione da ogni malattia per i loro animali e partecipavano alla processione in suo onore durante la quale la statua della Vergine veniva portata in pellegrinaggio nelle chiese che costeggiavano il borgo. 


informazioni

Foto

Da Visitare

banner museo dei castelli

Terre di Casalbore TV

Facebook


Questo sito utilizza i cookie: cliccando su OK o proseguendo nella navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.