Tipicit_12La leggenda racconta che la tribù sannita degli Hirpi, all’inseguimento di un feroce lupo, si avventurasse sino alle sorgenti del Calore e tanto apprezzarono la zona che vi posero radici. Al di là del mito, l’origine sannita di questi luoghi è nota e testimoniata da note vicende storiche, perfettamente percepibile nello spirito battagliero e volitivo dei suoi abitanti. Casalbore è certamente Irpinia. La sua gente, abituata alla fatica della conquista, presenta caratteristiche forgiate dall’articolata e contrastante orografia dei luoghi dove coesistono, in un sorprendente equilibrio dinamico, monti, vallate, colline, pianori e ricchi corsi d’acqua.

Sono proprio queste caratteristiche, unite a condizioni pedoclimatiche di assoluta unicità, a rendere l’ambiente ideale alla coltivazione dell’olivo. Furono probabilmente i greci o le popolazioni di origine albanese, ancora vitali in Irpinia nella vicina comunità Arbëreshë di Greci, a introdurne la coltura. Piante che il tempo ha plasmato nelle varietà indigene attualmente esistenti. Leccina, Ogliarola e Ravece. L’olio che se ne ottiene è un blend di eccezionale equilibrio olfo-gustativo caratterizzato da media intensità, buona frutta, di gusto maturo e dotato di una gradevole piccantezza di fondo. Ottimo per condire a crudo, eccezionale nelle preparazioni tipiche di territorio.


informazioni

Foto

Da Visitare

banner museo dei castelli

Terre di Casalbore TV

Facebook


Questo sito utilizza i cookie: cliccando su OK o proseguendo nella navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.