I Piatti della Nonna

Il Valore prezioso del cibo

Riprodurre e governare il fuoco, quarto elemento fondamentale della natura, è stata una vera e propria rivoluzione. Questa abilità ha infatti dato il via a un progressivo processo di scoperta e innovazione che ha coinvolto ogni aspetto delle attività umane. Dal punto di vista pratico, il calore, prezioso prodotto energetico indotto dal fuoco, ha assunto sin dall'inizio un ruolo determinate. L'uomo scopre nel cibo - prima per caso e poi per consapevole ragionamento – nuove frontiere dei sensi. Trasforma progressivamente la necessità di naturale sopravvivenza in una virtuosa arte umana che afferma un nuovo concetto: il piacere del gusto. Col trascorrere dei millenni le pratiche di preparazione del cibo hanno progressivamente connotato il valore antropologico dei popoli fino a delineare un concreto gradiente di distinzione che ancora oggi contrassegna il profilo culturale, sociale e tradizionale dei luoghi.

I Piatti di Nonna Clara

Il ritmo frenetico con cui scorrono i nostri giorni toglie spazio vitale al piacere del cibo. Lo costringe a ridursi nel tempo e nell'intensità. Accade così che, proprio nei residui ritagli di tempo di questa convulsa esistenza, nasca nel ricordo di perduti retaggi di famiglia la voglia spontanea di dedicare spazi al recupero dei piaceri della tavola tradizionale e ai valori perduti della sua convivialità. Clara è un personaggio mitico di Casalbore, un archivio vivente di sapienze e abilità culinarie. Ci aiuterà con le sue ricette nello scopo di riprodurre a casa alcune ricette tradizionali casalboresi.

Leggi tutto...'a pulenta, prima t’abboffa e po’ t’allenta

Tra le granaglie tipiche del territorio di Casalbore si coltiva una varietà autoctona di mais d'inteso sentore erbaceo. Molti pensano che la polenta sia una preparazione tipica del nord Italia ma approfondendo le tradizioni gastronomiche si scopre che, specie nell’alimentazione rurale, essa è particolarmente diffusa anche nelle regioni del centro-sud.

Leggi tutto...“si subbitu vuoi mangià strenghe e marasciuli ia fa’’

Il maraciulo è una verdura spontanea stagionale appartenente alla famiglia dei broccoli, di sapore amarognolo, cresce in primavera e nell’autunno lungo il percorso del Tratturo- aprile/maggio e settembre/ ottobre, periodo che coincide con le due fasi stagionali della transumanza delle greggi.


informazioni

Foto

Da Visitare

banner museo dei castelli

Terre di Casalbore TV

Facebook


Questo sito utilizza i cookie: cliccando su OK o proseguendo nella navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.